Museo Diocesano

Museo Diocesano

Il Museo Diocesano e Capitolare di Terni è ospitato nel Palazzo del Seminario Interamnense, adiacente alla Cattedrale di Santa Maria Assunta, realizzato nel 1653 su iniziativa del Vescovo di Terni, Cardinale Francesco Angelo Rapaccioli. Il progetto uniforma i luoghi simbolo della diocesi (Cattedrale, Seminario e Palazzo Vescovile) in un complesso monumentale formato da una pluralità di fabbricati di epoche diverse (Anfiteatro e Chiesa del Carmine). Una costruzione avvenuta incidendo sul tessuto urbano di origine medievale, accorpando anche insulae, piccole unità abitative preesistenti, risalenti all’epoca romana e tardo-romana. Strutture quali nicchie e colonne sono tornate alla luce in occasione dell’ultimo restauro, quello promosso per adeguare la struttura ad ospitare le opere d’arte raccolte in luoghi religiosi della diocesi.

Il palazzo, secondo il volere del cardinale Rapaccioli, era completamente autonomo dal resto del Vescovado e dalla chiesa cattedrale fatta eccezione per un loggiato, poi chiuso realizzando una galleria, che collegava il seminario alla chiesa. Il palazzo fu fatto abbellire con una serie di affreschi, di cui sopravvivono tracce nella galleria in scene dell’Antico Testamento come il Sacrificio di Isacco e le vicende del profeta Giona.