Itinerari

Itinerari

L'Organo Hermans di Collescipoli

L'Organo Hermans di Collescipoli

I piccoli borghi spesso sorprendono il visitatore per i tanti gioielli che vi si possono scoprire. Ne è un esempio il delizioso borgo di Collescipoli. Questo piccolo abitato del territorio di Terni si fregia di belle chiese e bei palazzi nobiliari-che ne testimoniano l’importante passato. Ma soprattutto vanta un raro e prezioso organo. Nella Collegiata di Santa Maria Maggiore, notevole per le ricche decorazioni barocche dell’interno, è infatti custodito uno dei pochi organi Hermans esistenti in Europa e uno dei due soli rimasti in Italia. L’altro si trova a Pistoia. Quello di Collescipoli venne realizzato dal maestro organaro fiammingo-da cui prende il nome-,nel 1678.  Willem Hermans lavorò in diverse parti d’Italia, introducendo nelle sue opere molti elementi caratteristici dell’organaria fiamminga e combinandoli con quelli dell’organo di tradizione italiana. Per la realizzazione di quello di Collescipoli, Hermans si avvalse anche della collaborazione del giovane organaro di Orvieto Nicolò Perfetti. Alla maestria di alcuni artigiani locali si devono invece la cantoria, la cassa e il prospetto; così come alcuni degli ornamenti furono opera di un abile intagliatore ternano.  Oltre alle pregevoli decorazioni dorate- tra cui spicca quella a racemi della facciata- lo strumento presenta sulla balaustra della cantoria quattro pannelli dipinti con paesaggi, tutti provenienti da una bottega romana.  Hermans venne chiamato anche a Terni per costruire un nuovo organo in una chiesa della città ma quando giunse sul posto, gli fecero riparare quello vecchio. Per ripicca nei confronti dei Ternani, che l’avevano burlato, terminato l’organo di Santa Maria Maggiore, il maestro si fece pagare dai Collescipolani un compenso inferiore a quello pattuito.

Nel 1995 questo storico strumento è stato restaurato. Dal suo recupero ha preso avvio il prestigioso Hermans Festival promosso dall’Accademia Barocca W.Hermans e dedicato alla musica d’organo. La rassegna concertistica, alla quale prendono parte musicisti internazionali,costituisce un importante appuntamento annuale per il borgo di Collescipoli e la rivalorizzazione della sua storia e delle bellezze che possiede.